004 I NASTRI DIMENTICATI

Dwayne Johnson si sarebbe molto arrabbiato, ma io non ho mai messo denti sotto il cuscino sperando in una monetina. Per il semplice fatto che anche se ero bambino non credevo nelle fate. E sarà per questo che non mi sono mai preoccupato dove finissero le mie cose. Sotto l’immancabile mobile con la fessura leggermente più piccola della misura della mano, o dietro la pericolosissima cucina a gas, o ancora in altri anfratti bui e pericolosi a cui era severamente proibito avvicinarsi.

Credo che molte delle mie cassette e floppy siano morti lì, ricoperti di polvere e sfilacciati dal tempo, in angoli remoti che nessuna mazza di scopa poteva raggiungere. Poi con gli anni, tra traslochi e rifacimenti casalinghi , i “bimbi dimenticati” venivano di solito ritrovati… casa nasconde ma non ruba diceva mia madre… se fortunati dopo il ritrovamento venivano riposti tra le cose da tenere gelosamente, perché questi erano per me oggetti magici, capaci di riportarti indietro nel tempo, quando per essere felici bastava mandare in play un Datacassette.

La “Commodorite”, era una malattia contagiosa degli anni ’80, milioni di bambini di tutto il mondo ne hanno sofferto o meglio goduto. Alcuni sopravvissuti alla generazione ’60 e ’70 in qualche modo è riuscita a recuperare quei piccoli tesori analogici, anche da quelle fessurazioni improbabili, e ora grazie alla bontà di qualcuno, vengono riproposti nella rete per riportare alla memoria quei giochi che si credevamo ormai perduti per sempre. E si… posso dire che è una bella soddisfazione quando si condivide una passione con chi veramente sa apprezzare. Non siamo tutti uguali, questo è vero, ma quando l’interesse per qualcosa è comune, tutto diventa più bello.

In questi 2 anni il Dump Club 64 ha lavorato duramente: abbiamo condiviso con tutti voi centinaia di floppy e cassette, li abbiamo dumpati, scansionati, e messi online per tutti gli appassionati. Ci siamo dedicati al restauro di copertine per cassette e floppy, pulito supporti con intrugli segretissimi ( 🙂 ), abbiamo usato migliaia di cotton fioc e litri di solvente Parisienne. Abbiamo speso soldi ( il che non è così scontato) per gli account e per il materiale recuperato, per le attrezzature per il dumping, e tanti Sabati e Domenica passati a macinare dump. Ma noi non siamo gli unici, anzi siamo gli ultimi di una lunga catena. In tutto il mondo ci sono stati gruppi e persone che hanno lavorato, e che continuano a lavorare duramente per catalogare e riportare in vita migliaia di giochi. Sono stati creati enormi Database. Centinaia di siti contengono file Tap, D64, Nib, e ora anche Htap, potete trovare recensioni su giochi più o meno rari, informazioni e perfino libri e documenti tecnici. In rete, specie su Facebook molti sono i gruppi che si sono dedicati al mitico Commodore 64, dove , a mio avviso, possiamo incontrare diverse tipologie di utenti …

L’utente “Virtuale”

Sempre connesso… è quello che scrive “figo” ad ogni post , pollicione imbalsamato sempre in su, amico di tutti, coltiva perennemente buoni rapporti con piccoli ma frequenti messaggi…, iscritto a centinaia di gruppi con una fitta rete di amici e conoscenti, è il collezionista occulto per eccellenza. Il basso profilo gli serve solo per accaparrarsi buoni affari in rete.

L’utente “Sfuggente”

Ha passione per le cose che fa e gratifica se stesso. Disinvolto, pronto e sicuro di sé ,ha centinaia di follower, mette online foto della sua grande collezione con cassette e floppy impilati e rarissimi, ripete spesso “Presto tutto online!!! “; Naturalmente questo non succederà mai, lo “sfuggente” colleziona ma non condivide nulla , lui gode ad esibire la sua vasta collezione. Lui vive di like!

L’utente “Volitivo”

Sempre pronto ad aiutare il prossimo, dotato di grande forza di volontà, non tradisce mai. Mette in rete tutto e gratuitamente. E’ solo grazie a lui che chiunque può godere del vasto archivio in rete.

Tra questi voglio citare e ringraziare il mio amico Alessandro Gatti, Italiano, classe 1974 oppure Havar Bruvold Hojem, soprannominato “ZTH aka Zero The Hero”, Norvegese, classe 1971 , ragazzi come tutti noi, anche collezionisti, ma nello stesso tempo con una irrefrenabile voglia di condividere il lavoro con tutti gli appassionati.

E’ solo grazie a persone come loro se oggi si trova tutto online. Tutti noi dobbiamo ringraziarli per la pazienza e la generosità infinita. Grazie. 1000 volte grazie.

Come nostra usanza mettiamo online questa nuova serie dei Nastri Dimenticati… Ricreatevi le vostre compilation preferite e tornate a vivere ancora quei momenti bellissimi scanditi da infiniti caricamenti . Il tempo di allora era cosi diverso da quello di oggi. I nuovi stili di vita ci hanno fatto dimenticare quei lunghi momenti di attesa, cosa inconcepibile per oggi dove l’essere sempre connessi sta cambiato profondamente le nostre vite.

Credo che questo nuovo modo di concepire e gestire il tempo non faccia bene alla salute. La nostalgia e l’emozione di quei piccoli gesti di una volta era sicuramente più salutari. I tempi sono ormai cambiati e tutti noi ormai siamo più che cinquantenni, speriamo solo che il nostro contributo faccia riflettere le nuove generazioni e le porti a capire l’importanza di ritagliarsi un po di tempo per se!

Ecco la lista dei giochi inseriti: Automania, Awari, Azimuth, Azimuth 2, Batman, Battle Ship, Beyond Lord of Midnight, Bristles, Calcolatrice, Cavekooks, Chess 7.0, Cmk 49, Colossum 2-0, Dante’s Inferno, Demons of Topaz, Disegnatore di Caratteri, Dylan Dog – Gli Uccisori, Falcon Patrol, Fighting Warrior, Flight Simulator II, Ghosts’n Goblins, Gps, Grand Prix, Gridman Leoni Informatica, Hunter Patrol, Ic-Burnertest, Il Pistolero, International Karate, International Karate 2, Juice, Jumpiter Lander, Kongo, Le Mans, Macadam Bumper, Meta, Music Maker II, Ocean Game Set & Match, One on one, Panther, Pijamarama, Pitstop 2, Protium, Psytron, Robocop, Roy of the Rovers, Run, Scacchi, Siren City, Street Fighter, Super Robin Hood, Sword &…, System, Tastiera Mono 64, Tastiera Poli 64, Tau Ceti, The Helm, The Rocky Horror Show, Tiger Road, Totocalcio 1986, Totocalcio Rec., Tour De France, Turbo Tape 64, Wallie in Rhymeland, West Bank, Zoom SYS 49152,

004 I NASTRI DIMENTICATI
Scarica 004 I NASTRI DIMENTICATI

4 Commenti

Unisciti alla discussione per dirci la tua

Daniele Brahimirispondi
16 Luglio 2021 a 20:50

Che ricordi! Che nostalgia! Bella la descrizione degli utenti anche se tra questi non mi ci sono ancora visto.

Mic the Bikerrispondi
17 Luglio 2021 a 06:11

Grandissimi come sempre. Cuore e passione. Long live Dumpclub64 e tutti coloro che, in un modo o nell’alto, tengono viva la passione, magari contagiando il vicino. Long live C64

Albertorispondi
18 Luglio 2021 a 19:25

Grandissimi.
Grazie.
Hai e avete ragione.
Vorrei tanto riconoscermi nell’utente volitivo e soprattutto partecipativo, ma ahimè non posso 😢
Spero di non essere le altre 2 categoria ma dicendo questo potrei peccare o di presunzione o non rendermi conto della luna dietro il dito.
So che tante volte vorrei fare e partecipate di più e che sono felice di condividere con gli altri, ma non sempre mi è possibile.
Tante volte, sì la pigrizia, ma tante volte anche la stanchezza delle attività quotidiane non solo lavorative e degli impegni che prendi con altre persone a cui vuoi bene, la tua famiglia.
Io posso solo ringraziarvi di questo immane vostro lavoro che mi aiuta a rivivere bellissimi momenti nei miei momenti di svago con il C64.
Grazie ancora!!!!
Forse ci sono utenti, non totalmente neri e né totalmente bianchi … grigi diciamo 😉

Roberto paolo ferririspondi
18 Luglio 2021 a 21:55

Davvero grazie di cuore.. Sarebbe stata una perdita enorme per l umanità state facendo un lavoro di recupero storico – informatico ed emozionale. Nn è una “semplice” raccolta e resturo d bit.. È un consegnare al futuro la descrizione di uno stato d’animo, di un entusiasmo che come vedo.. Non si spegne con il tempo…Grazie!

Rispondi

Numero totale sessioni scaricabili: 395
Sei il visitatore n° 2813 (dal 10/04/2021)